Ti trovi qui: Home > Partners > PP2 - SISSA

PP2 - SISSA - Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati

Area Neuroscienze, Laboratorio di Biologia dei Prioni
 
DESCRIZIONE DELL'ORGANIZZAZIONE
SISSA è uno dei principali istituti scientifici in Italia per il trainig post- laurea in Matematica, Neuroscienze e Fisica. L’offerta didattica si articola in 13 corsi di dottorato che coprono le tre principali aree di ricerca, 3 master professionalizzanti e, a seguito di un accordo con l’Università di Trieste e quella di Trento, 3 corsi di laurea magistrale congiunti in Matematica, Fisica e Neuroscienze. Sissa, oltre ad essere una scuola, è anche un centro di ricerca internazionale che beneficia di finanziamenti privati e pubblici (Regione Friuli Venezia Giulia, Governo Italiano e Consiglio Europeo  per la Ricerca).
Il Dipartimento di Neuroscienze (in seguito, Dipartimento) si fonda sulle Neuroscienze Cognitive, disciplina che, attraverso l’impiego di metodiche che spaziano dai network neurali artificiali alla neuropsicologia, studia in che modo il cervello genera il comportamento (linguaggio, percezione, azione). Un’altra componente del dipartimento si focalizza sulla Genomica e la Neurobiologia, studiando la genomica, la genetica e le neuroscienze dal punto di vista cellulare, molecolare e dello sviluppo. Il Laboratorio di Biologia dei Prioni fa parte della branca di Genomica del Dipartimento.
 
TECNOLOGIE DISPONIBILI
All’interno del Laboratorio di Biologia dei Prioni: laboratorio di biosicurezza di II livello con una stanza adibita alle colture cellulari; apparecchiatura per l’espressione e la purificazione proteica.  
Strutture e servizi comuni presenti nella branca di Genomica del Dipartimento: stabulario con animali transgenici e wild type; stanza di istologia; servizio di sequenziamento del DNA; microscopio confocale; Real-Time PCR e piattaforma microarray Affimetrix. 
Fuori dalla Sissa: grazie alla prossimità con il CNR-IOM ed ELETTRA-sorgente nazionale di luce di sincrotrone, sono possibili studi con TEM, AFM, SR-IRMS, cristallografia a raggi X, SR-XRF, SAXS fiber diffraction e altre tecnologie.
  
CAMPI DI RICERCA DELL'ORGANIZZAZIONE
Nel Dipartimento sono attivi diversi gruppi di ricerca,  che spaziano dalle Neuroscienze Cognitive, focalizzate sul rapporto tra cervello e comportamento, alla Neurobiologia, che investiga sui meccanismi cellulari, moleculari e di interazione che interessano il sistema nervoso.
Le Neuroscienze Cognitive si concentrano sulle funzioni espresse da un sistema nel suo insieme, dove per “sistema” si può intendere un bambino che apprende il linguaggio o, ad esempio, una popolazione neuronale che acquisisce un nuovo ricordo. L’osservazione di pazienti con danni cerebrali, la registrazione dell’attività neuronale, sia a livello di singolo neurone che dell’intera rete cerebrale, e l’analisi di modelli matematici sono tutte componenti che contribuiscono al raggiungimento del medesimo obbiettivo. Una linea di ricerca utilizza tecnologie innovative per studiare come il linguaggio e i processi del ragionamento vengano acquisiti dai neonati. Un’altra linea di ricerca si interessa di comprendere come la conoscienza, la memoria ed i programmi per il controllo motorio si formino e immagazzinino  nell’adulto, come suggerito da evidenze sugli effetti di lesioni localizzate nella corteccia cerebrale. 
I neurobiologi cercano di spiegare i processi che, in ultima analisi, determinano il comportamento e le sue disfunzioni a livello di molecole, cellule, network e sistemi integrati. Per compiere questi studi complessi, sono necessari diversi approcci sperimentali e discipline scientifiche che spaziano dalla matematica alla fisica e alla biologia. Per comprendere come il cervello esegue le sue funzioni è necessario capire le proprietà delle cellule nervose e il modo in cui esse codificano e trasmettono l’informazione.  La branca di Genomica, una divisione specializzata dell’area di Neurobiologia, è preposta allo studio delle malattie neurodegenerative (come l’Alzheimer, il Parkinson, l’Huntington e le malattie prioniche) e alla rigenerazione di tessuti dopo un insulto.
Il Laboratorio di Biologia dei Prioni si interessa sullo studio delle malattie prioniche, patologie neurodegenerative rare e fatali che colpiscono l’uomo e diverse specie di animali e per le quali, ad oggi, non vi sono nè strumenti diagnostici nè cure. Le principali linee di ricerca del laboratorio sono: terapia delle malattie prioniche, fisiologia della proteina prionica, prioni sintetici e determinanti molecolari dell’infettività, biologia strutturale e biofisica della proteina prionica, trascrittomica e neurodegenerazione, meccanismi molecolari della neurodegenerazione.
 
PAROLE CHIAVE
Prione, proteina prionica, Sistema Nervoso Centrale, neurodegenerazione, genomica. 
 
Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati
  Giuseppe Legname
SISSA via Bonomea 265 34136 TRIESTE
Italy