Ti trovi qui: Home > Partners > PP6 - SBH

PP6 - SBH - Ospedale Generale di Nova Gorica - Unità di Terapia Intensiva e Cardiologia

Cath lab; ricerca clinica cardiovascolare.
DESCRIZIONE DELL’ORGANIZZAZIONE 
L’Ospedale Generale di Nova Gorica è il più giovane ospedale generale sloveno, secondo il suo programma di assistenza sanitaria è classificato come ospedale sloveno di medie dimensioni. È caratterizzato da una rapida crescita e grandi processi dinamici. Da un punto di vista imprenditoriale, l'ospedale è una grande azienda e una delle più grandi aziende della Regione del Litorale sloveno. I servizi principali dell'ospedale sono: (i) i servizi medici: chirurgia, medicina interna, ginecologia, pediatria, oculistica, otorinolaringoiatria, ortopedia con i suoi dipartimenti e sezioni, (ii) i servizi sanitari di supporto: diagnostica di laboratorio, farmacia, trasfusiologia, radiologia, morfologia patologica ecc., (iii) il servizio gestionale e amministrativo, (iv) la ricerca medica e (v) gli altri servizi di supporto. L’Ospedale ha un totale di 929 dipendenti, di questi 113 sono medici, 82 dei quali sono specialisti e 4 hanno concluso un dottorato di ricerca. Il Dipartimento di Ricerca è in continuo sviluppo e attualmente 2 persone sono pienamente coinvolte nella ricerca cardiologica.
 
TECNOLOGIE E COMPETENZE DISPONIBILI
L’Ospedale ha a sua disposizione tutta la moderna attrezzatura necessaria per i servizi medici secondari ed i servizi medici di supporto. Il Dipartimento di Ricerca è dotato di un’attrezzatura tecnica per la misurazione dell'attività del sistema nervoso autonomo e la sensibilità baroriflessa.
 
CAMPI DI RICERCA DELL'ORGANIZZAZIONE
Il Dipartimento di Ricerca è stato ed è tuttora impegnato in diversi campi di ricerca, quali (i) l'ipertensione arteriosa, (ii) l'attività del sistema nervoso autonomo, (iii) la sensibilità baroriflessa, (iv) la disfunzione diastolica del ventricolo sinistro, (v) l'elasticità vascolare, (vi) i biomarcatori in medicina - cardiologia, (vii) la tossicità dei mezzi di contrasto e lo sviluppo di agenti protettivi. In particolare, il lavoro è focalizzato sullo sviluppo dei biomarker per il danno renale acuto che possono essere utilizzati per la previsione della nefropatia indotta da mezzo di contrasto con la proteina NGAL (Neutrophil gelatinase - associated lipocalin). L'obiettivo è quello di sviluppare un pratico ‘lab-on-a-chip’ per la semplice e rapida misurazione clinica dell’urina e/o della proteina NGAL nel plasma. Stiamo anche lavorando sulla determinazione dei meccanismi esatti della tossicità dei mezzi di contrasto e delle possibili sostanze protettive. L'obiettivo principale è quello di sviluppare un agente farmacologico in grado di proteggere dalla la nefropatia post-contrasto. Inoltre, stiamo raccogliendo e preparando i dati (ECG, pressione sanguigna) ottenuti durante il tilt test e testando un nuovo protocollo del tilt test modificato. L'obiettivo è comprendere la fisiopatologia della sincope riflessa e la determinazione dei primi e predittivi criteri per il tilt test sulla base della variabilità della frequenza cardiaca e dei parametri della sensibilità baroriflessa.
 
PAROLE CHIAVE
variabilità della frequenza cardiaca, sensibilità baroriflessa, NGAL, biomarcatori, nefropatia indotta da mezzo di contrasto.
 
 
Ospedale Generale di Nova Gorica - Unità di Terapia Intensiva e Cardiologia
  Matjaž Klemenc
Splošna Bolnišnica "dr. Franca Derganca" Ulica padlih borcev 13A 5290 ŠEMPETER
Slovenia